Assicurazione auto in Italia, costa il doppio

Assicurare un veicolo in Italia costa il doppio della media europea, lo dicono alcune statistiche ufficiali, nonostante nel corso di questi anni si sia cercato di andare verso azioni che ne riducessero il costo, ancora oggi il problema resta completamente aperto.

Negli ultimi anni le statistiche parlano chiaro e dicono che il costo delle assicurazioni auto è in continuo aumento, le autorità italiane nel corso degli anni hanno cercato di fare degli interventi di adeguamento in questo senso, tuttavia ancora oggi il problema resta completamente aperto.

L’anomalia viene sottolineata dall’Ivass, l’organo di vigilanza del mercato assicurativo ha rilevato come una polizza costi in media in Europa circa 250 euro in meno, per questo motivo il costo della polizza italiana non è assolutamente in linea con lo standard europeo.

Secondo alcune recenti analisi fatte dall’Authority, i premi Rca auto sono scesi in Italia dell’11 % rispetto al biennio precedente, tuttavia l’automobilista medio ha visto scendere il proprio premio assicurativo solo del 4%, un problema oggettivo.

Questo per quanto riguarda l’anno 2013, nel 2014 il premio è ulteriormente calato, con un ritmo però molto modesto, nonostante la decisa caduta del numero dei sinistri che in termini percentuali è pari all’11%.

Volendo identificare quali sono i motivi che portano il premio ad aumentare, dobbiamo parlare di due filoni ben specifici, da una parte abbiamo il problema delle frodi, al quale si sta cercando di rimediare creando in Italia una banca dati.

Il secondo riguarda il problema del mercato assicurativo, in Italia è troppo concentrato nelle mani che poche compagnie assicurative per la precisione cinque, queste a loro volta controllano il 70 % del mercato assicurativo in Italia.

Fattori di squilibrio che da sempre tendono creare le condizioni per un mercato assicurativo che rimane chiuso sui propri meccanismi, questo non aiuta certamente gli automobilisti a vedere diminuiti i propri premi assicurativi.